Con-ser srl confartigianato di formazione » Formazione FSE » Progetto 1533-0001-1987-2018, L1 – MUVART: Progetto per un museo dell’artigianato vivo per la filiera della cantieristica minore e delle botteghe tradizionali

Progetto 1533-0001-1987-2018, L1 – MUVART: Progetto per un museo dell’artigianato vivo per la filiera della cantieristica minore e delle botteghe tradizionali

01 POR FSE 2014 – 2020, Asse I Occupabilità, “Botteghe e Atelier aziendali. La tradizione si rinnova per guardare al futuro” – DGR 1987 DEL 21/12/2018

Progetto 1533-0001-1987-2018, L1 – MUVART: Progetto per un museo dell’artigianato vivo per la filiera della cantieristica minore e delle botteghe tradizionali, Approvato con DEC n. 626 del 24/04/2019
Importo finanziato € 58.833,00

CON-SER srl promuove percorsi di formazione fuori dall’orario lavorativo, finanziati dal Fondo Sociale Europeo e rivolti a LAVORATORI OCCUPATI

Fondo Sociale Europeo (FSE)

È uno dei Fondi con cui l’Unione Europea sostiene l’occupazione, incentivando percorsi di istruzione, formazione, inserimento lavorativo e inclusione sociale. La programmazione 2014-2020 del FSE della Regione del Veneto prevede infatti interventi concreti a beneficio dei cittadini: giovani, lavoratori, disoccupati, persone in condizione di svantaggio.

Le azioni realizzate con il sostegno del Fondo Sociale Europeo sono volte a rafforzare la produttività e la competitività e a promuovere la crescita economica e lo sviluppo sostenibile.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto Muvart, dove Muvart sta per Museo Veneziano dell’Artigianato, prevede la creazione di una rete di laboratori che siano punto di riferimento per residenti e visitatori, una sorta di museo etnografico dove le tradizioni si sposano con le richieste del mercato e con la sfida della sperimentazione in una città unica al mondo. In particolare il progetto fa riferimento alle “botteghe della tradizione” di Venezia, che devono esser aiutate e sostenute nel valorizzare la propria dimensione di patrimonio aziendale per garantire la sopravvivenza di coloro che creano con le loro mani prodotti originali/esclusivi, in un circolo virtuoso di benefici reciproci tra attività artigianali e città. La filiera della cantieristica minore cui il progetto si dedica rappresenta realmente un valore eccezionale per la Città d’acqua, che si ridefinisce come una “mappa” di luoghi dove viene raccontato un sapere, una storia che si rinnova.

Le finalità qui sono molteplici: dal valorizzare e diffondere le produzioni artigianali (il Made in Venice, gli articoli di nicchia..) al dare loro una visibilità a livello nazionale e internazionale; dal mettere in relazione le botteghe tradizionali tra loro fino a mettere in relazione luoghi privati con luoghi significativi della città; dal creare uno o più distretti dell’artigianato profondamente legati al tessuto cittadino (in termini geografici, storici e culturali in modo) al creare un dialogo tra botteghe ed enti pubblici e privati, che operano in ambito turistico e culturale, fino a creare un collegamento con gli studenti degli istituti medi superiori allo scopo di avvicinare i giovani ai luoghi dell’artigianato come potenziale sbocco lavorativo.

Il progetto intende sostenere e valorizzare il patrimonio aziendale delle eccellenze del Made in Veneto attraverso il sostegno alle imprese nel recuperare la propria eredità culturale. Intende contribuire alla trasformazione del modo di vivere il territorio e di fare turismo in Veneto, mettendo in luce stavolta proprio le piccole e micro imprese artigiane che imparano a presentarsi e a raccontarsi.

Il progetto prevede la realizzazione di interventi formativi, consulenze, laboratori e project work, incontri con istituti scolastici, workshop e l’iniziativa finale EVENTO MADE IN VENETO che attraverso interventi, iniziative e workshop dislocati nei vari territori della Regione vedrà la collaborazione tra tutti i progetti (con regia regionale) per evidenziare e valutare risultati e efficacia degli interventi.

LE BOTTEGHE SI PRESENTANO:

L’intervento prevede incontri (modalità on line) con le scuole allo scopo di far conoscere da vicino e rendere fruibile il patrimonio aziendale/artigianale, permettendo così alle aziende di aprirsi al territorio e raccontare la propria storia, e ai giovani di conoscere
le migliori realtà del Made in Veneto mediante la testimonianza diretta degli imprenditori e degli artigiani.

Share to Google Plus

Comments are closed.